Cucina Gite Primi Piatti

Pasta Bagni Vittoria

Vorrei saltare il natale e tutte le cose relative al natale a piè pari.

Per questo sono andata in Abruzzo.
L’Abruzzo mi riempie sempre il cuore di gioia. E stavolta ne avevo proprio bisogno.

Come al solito con Simona e Angelo abbiamo girato per po’ per mari e campagne. E ho visto posti meravigliosi.

Il primo è Bagni Vittoria. Un B&B/Residence sul mare di Vasto. Un posto MERAVIGLIOSO.
La vista mare fa veramente venire i lucciconi agli occhi. Scogli su scogli e la minispiaggetta di conchiglie. L’ulivo nato tra gli scogli e il mirto che è nato sugli scogli. Bello. Bello da morì. Io poi che sono come i bambini di Chernobyl che venivano in Italia a respirare aria più pulita, sono andata in Abruzzo a prendere un po’ d’aria iodata. E appena arrivata a Bagni Vittoria mi sono proprio ripresa e la pelle ha perso il grigiume dato dalla nebbia e dallo smog piemontesi.
E poi è un posto tranquillo. E ciò lo rende ideale per le mie vacanze 🙂
E le stanze…sono bellissime!Tutte bianche. Anche se la portafinestra sul mare fa la maggior parte del lavoro 🙂

Ho inserito il B&B nei “posti dove dormire”. Io poi so che ci saranno iniziative decisamente interessanti dal momento della riapertura, quindi per ora aspetto buona rimirando le mie conchiglie:)

La sera poi vista l’euforia abbiamo cucinato!
Abbiamo fatto i fusilli con patè di olive e succo di  limone. Inutile dire che i limoni appena staccati dal ramo hanno un profumo meraviglioso che viene però perso nel giro di qualche ora. Abbiamo messo a bollire abbondante acqua, abbiamo salato e ci abbiamo versato la pasta per due minuti. Intanto abbiamo preso le olive (vanno benissimo anche quelle del supermercato denocciolate. Io poi ho riprovato la pasta con le olive della nonna (che avevo preparato con la mamma, incidendole, salandole e insaporendole con peperoncino, aglio e semi di finocchio) e le abbiamo frullate con qualche cucchiaiata di acqua calda. Abbiamo preso la padella, ci abbiamo versato dentro il patè e la pasta scolata. Abbiamo finito di cuocere la pasta versando mestolate d’acqua calda e mantecando la pasta in continuazione.
Intanto abbiamo levato la scorza al limone, che mi servirà poi per il sapone, e l’abbiamo spremuto sulla pasta fuoco spento. Abbiamo impiattato e condito con un filino d’olio (a me piace quello nuovo), perché le olive sono già belle sugne di loro.

Il succo di limone smorza l’untuosità delle olive e crea una cremina molto saporita che avvolge la pasta dandole un leggero colore bruno.
Io adoro il sapore aspro ma qui assicuro è appena percettibile e la pasta risulta fresca ma saporita.

Related Posts

4 Comments

  • Reply
    Ale
    4 gennaio 2013 at 23:05

    Che buona questa pasta!!! Mi piace finire la cottura in padella, così si amalgamano bene tutti i gusti! ^_^

    • Reply
      Cristina
      5 gennaio 2013 at 13:25

      infatti!!la pasta viene molto più buona! 🙂

  • Reply
    Felicia
    8 gennaio 2013 at 6:14

    Che bontà!!!! sono le nostre paste preferite, condimenti semplici ma gustosi!!!! perfetta… Mi piace l’agriturismo che hai segnalato, anzi mi piacerebbe avere più notizie….. si sa ma che riesca a ritagliarmi qualche giorno!!!! Un bacione 🙂

    • Reply
      Cristina
      8 gennaio 2013 at 13:41

      alla fine i piatti migliori sono quelli con pochi ingredienti scelti e di qualità. Ed esce fuori un superpiattone!! 🙂

      Il B&B/residence non è vegetariano (io sono un po’ contro lo sponsorizzare sempre posti vegan, vorrei diffondere il mio pensiero tra chi vegan non è e vegetariano non è, altrimenti ce la chiacchieriamo solo tra noi 😉 ), però scegliendo l’opzione B&B puoi chiedere a Luigi di andarti a comprare quello che vuoi per colazione. Mentre nel residence ti porti quello che ti pare da mangiare. Il sito è questo (purtroppo non si capisce bene che ci sono link nel mio post) http://www.bagnivittoria.com dove ci sono tutte le info del caso 🙂

    Leave a Reply